Ci eravamo lasciati in marzo con un proposito, quello di sviluppare un’attività volta all’ampliamento della base associativa, consapevoli che solo creare una “massa critica” potesse rappresentare per l’associazione una maggiore capacità di essere efficaci alla luce della possibilità da parte dell’associazione, di partecipare a tavoli di lavoro a Roma e a Bruxelles anche attraverso le attività di EDA – European Demolition Association. Per questo motivo il 21 maggio è stata organizzata una giornata divulgativa presso la sede associativa di NAD, con lo scopo di illustrare alle aziende interessate ad approfondire, come l’associazione ha lavorato in questi anni, come è cambiato il mercato e quale possibilità di sviluppo ci aspetta alla luce dei cambiamenti in atto. Ad illustrare situazioni e scenari il Presidente di NAD, Emilio Omini, che ha introdotto la giornata e a seguire l’ing. Ivan Poroli, Coordinatore della Commissione tecnica, che ha illustrato come, anche se oggi alcuni traguardi sono stati raggiunti, il lavoro da fare sia ancora tanto e come sia necessario farlo insieme. A conclusione dell’incontro, all’interno della tavola rotonda le aziende hanno potuto esprimere i propri punti di vista su quelli che potrebbero essere obiettivi condivisi. Tra le ipotesi di sviluppo anche la possibilità di un allargamento
della base associativa che veda coinvolte le imprese del settore bonifiche e gli studi di ingegneria. All’incontro erano presenti i rappresentanti di diverse realtà del settore che hanno colto la chiamata ad approfondire e valutare la possibilità di aderire a NAD. Ad oggi tra le prime ad aderire Prandelli Santo srl di Villa Carcina BS, Pro.Ger. srl di Villa d’Adda BG, Ducoli Achille srl di Esine BG, DAF Costruzioni stradali srl del Gruppo Donzelli di Milano MI, Rigato srl di Marghera VE . In questo momento di interesse e fermento il nostro settore si è trovato ad affrontare i tristi fatti di Genova con il crollo del Ponte Morandi. Tra le imprese che hanno prestato i primi soccorsi al fine di agevolare lo spostamento dei grossi massi in cemento e velocizzare i salvataggi ed i ritrovamenti delle persone coinvolte c’era anche un’azienda socia NAD, Demolscavi sas. Ancora una volta le imprese di demolizione si trovano in prima linea a svolgere un importante e delicato lavoro specialistico e a lottare contro il tempo dettato dal pericolo delle possibili precipitazioni atmosferiche che avrebbero potuto far degenerare una situazione già disperata. La nuova stagione autunnale sarà come di consueto ricca di eventi e anche quest’anno l’associazione interverrà mercoledì 19 settembre 2018, alle ore 9.30 presso la fiera RemtechExpo, all’interno del convegno dal titolo “Conferenza Nazionale sull’Economia Circolare applicata alla gestione dei rifiuti da Costruzione & Demolizione: le proposte normative per il miglioramento della filiera”. Coordinatori del convegno saranno Stefano Cicerani (CS Inertia) e Roberto Coizet (Centro Materiali Rinnovabili). Questo il programma: • Lo stato dell’arte della normativa sull’End of Waste e del sottoprodotto – Paola Ficco, Giurista Ambientale • Criteri end-of-waste per i rifiuti inerti da C&D e demolizione selettiva – Francesco Mundo, ISPRA • I luoghi di raggruppamento per la raccolta degli scarti edili – Roberto Coizet, CMR • Demolizione selettiva: quando e perché è opportuna – Ivan Poroli, NAD • Proposte di utilizzo di aggregati riciclati artificiali – Paolo Barberi, ANPAR • Le esperienze della filiera del PVC europea nel recupero e riciclo del fine vita – Carlo Ciotti, PVC Forum Italia • La marcatura CE degli aggregati artificiali/industriali: il caso di aggregato di vetro da RAEE – Massimo De Vincentiis, ABICERT

Torna all'elenco